Reticolo idrico

Il territorio del Parco è compreso in una zona collinare di transizione tra i rilievi prealpini comaschi e l’alta pianura. Gli eventi glaciali che si sono succeduti nel corso del periodo Quaternario hanno causato un’estesa variabilità morfologica composta da cordoni morenici, terrazzi e piane fluvioglaciali. All’interno di questi elementi si inseriscono i corsi d’acqua del Parco, tutti di carattere torrentizio poiché alimentati dagli eventi meteorici.

Il più importante è il torrente Lura, che nasce in Comune di Uggiate Trevano, e al quale afferiscono la maggior parte dei corsi d’acqua minori del territorio. Le acque del Lura confluiscono nel fiume Olona a Rho (MI), dopo una corsa di circa 40 chilometri con andamento nord-sud che tocca 18 Comuni tra le Province di Como, Varese e Milano.
Un altro elemento appartenente al reticolo principale è il torrente Faloppia, che ha origine tra i Comuni di Uggiate Trevano e Faloppio e scorre nella bella “Val Mulini”. Varcato il confine elvetico, il Faloppia confluisce nel torrente Breggia, che termina nel lago di Como in Comune di Cernobbio.
La parte orientale del territorio del Parco, compresa nei Comuni di San Fermo della Battaglia, Montano Lucino e Villa Guardia, fa invece parte del bacino del torrente Seveso, al quale afferiscono corsi d’acqua minori come il torrente Val Grande, il Vallone di Trivino e il torrente Lusert.
Nell’estremità occidentale, fra i Comune di Olgiate Comasco e Oltrona di San Mamette, scorre il torrente Antiga, elemento del reticolo idrico minore che afferisce al torrente Bozzente.